Movimento “lento”: zoom sul turismo lento o “Viaggio lento”.

Si suppone che i viaggi portino rinnovamento e rinvigoriscano lo spirito, ma il contrario è spesso dimostrato da una pianificazione stressante, in modo che si possano fare più attività durante il soggiorno. Questo ritmo predefinito lascia spesso una sensazione di delusione dopo le attività travolgenti. Al contrario,il  “viaggio lento” rappresenta una nuova alternativa al viaggio, privilegiando un reale collegamento con i luoghi visitati.

Lento e piacevole, turismo lento

Il “turismo lento” consiste in un semplice principio: prendersi il tempo per vivere un’esperienza migliore e scoprire i luoghi durante un viaggio. Il suo obiettivo è soprattutto quello di interagire con la popolazione locale creando con essa dei legami attraverso le interpretazioni di una guida turistica. Il movimento “lento” mette in evidenza l’economia locale attraverso il consumo di prodotti locali e il soggiorno in casa di un nativo.

Va notato, tuttavia, che questo tipo di turismo corrisponde spesso a viaggi indipendenti, favorendo le zone con una certa difficoltà di accesso o quelle che non registrano un grande flusso annuale di turisti. Il principio può sembrare un “cliché”, ma lo scopo dell’aggiunta del termine “lento” riguarda più il viaggio che la destinazione stessa. Tenendo conto del ritmo più lento del viaggio, offre una maggiore ricchezza di esperienza e di significato, a differenza di quanto accade quando si visita un paese rapidamente nello stesso lasso di tempo.

Come fare un “viaggio lento”?

Fare un viaggio “lento” può richiedere pratica, ma ci sono alcune azioni che garantiscono un apprezzamento soddisfacente. Infatti, è essenziale lasciare uno spazio tra un itinerario e l’altro per lasciare spazio a una maggiore spontaneità nella pianificazione. È ovvio che rimanere più a lungo in un dato luogo è imperativo perché rappresenta il nesso dell’attività. Nel caso in cui ci siano molte attività da praticare, i turisti “lenti” possono beneficiare delle raccomandazioni locali.

 Un piacevole viaggio lento: Il viaggio in auto

Il viaggio in auto è un esempio concreto dei punti chiave del “turismo lento”. In particolare, i viaggiatori sono costretti a fermarsi e a prendere strade secondarie per evitare il traffico. Inoltre, l’associazione di questo viaggio al consumo di prodotti locali e all’utilizzo di servizi locali conferisce al soggiorno un’atmosfera tipicamente “viaggio lento”. Tuttavia, si raccomanda di evitare qualsiasi attrazione turistica al di fuori degli itinerari stabiliti per mantenere un approccio ideale.

Focalizzare sul couchsurfing: per esperienze inaspettate in viaggio
Il settore del turismo è altamente competitivo: utilizzate uno strumento di confronto dei prezzi!